Category

Dicono di me

Agorà: quando l’argilla parla di noi

By | Dicono di me, Press | No Comments

(testo di Anna Maria Corposanto)

«Bisogna fare della propria vita come si fa un’opera d’arte. Bisogna che la vita d’un uomo d’intelletto sia opera di lui.» È un aforisma attribuito a Gabriele D’Annunzio, ma a leggerlo sembra disegnare il modello di un abito su misura per Alberto Criscione, autore delle sculture Agorà per la prima volta in mostra a Palermo il 20 marzo 2015. Read More

Alberto Criscione, figlio d’arte, si racconta

By | Dicono di me, Press | 2 Comments

Intervista

Quando chiesi ad Alberto Criscione, figlio di un figlio di Vallelunga (che si è contraddistinto anche fuori dai confini nazionali grazie alla sua arte) di rilasciarmi un’intervista per La Radice, si dimostrò subito disponibile e rispose con immediatezza alle mie domande. Dopo averlo ringraziato per la disponibilità dimostratami, però, gli chiesi se avrebbe potuto inviarmi anche alcune foto di sue sculture che, con maestria, ha imparato a lavorare seguendo le orme del padre Giuseppe. Read More

Parole di Terra Cotta: Agorà

By | Dicono di me, Press | One Comment

(testo di Daniela Thomas)

Αgorà, in greco antico si scriveva così: ἀγορά, ed era «la piazza».

Oggi la piazza è un luogo ampio dove si può posteggiare più facilmente; oppure è, al contrario, un luogo interdetto al traffico, che si attraversa di corsa, senza soffermarsi né guardare, anche se ci sono cose belle da vedere. O ancora, è un luogo in cui si protesta tutti insieme, uniti da una sola causa ma senza guardarsi gli uni con gli altri perché non serve: basta essere «uniti contro». Si è ciechi, oggi, nelle piazze.

Ma un tempo la piazza era «il luogo». Read More

L’uomo dei golem di creta

By | Dicono di me, Press | No Comments

(tratto dal Corriere della Sera)

Scusate l’entusiasmo, ma la storia che vi raccontiamo stavolta è diversa. Intanto perché in tempi come questi, in cui le serrande si abbassano sotto i colpi della crisi, se un artigiano apre c’è di che gioire. Poi, perché a Certaldo si è visto fare qualcosa di concreto per l’artigianato “Novelle di Creta”, la bottega di sculture di Alberto Criscione da Ragusa, appena inaugurata, è stata supportata dagli addetti del municipio, salutata dall’assessore al turismo e da un invito esteso a tutta la cittadinanza.

Read More

Arte, riuso e creazione di nuove professionalità

By | Dicono di me, Press | No Comments

Intervista

Arte e riuso creativo, eco sostenibilità, educazione ambientale, sono solo alcune delle “parole chiave” che orientano in questi ultimi anni artisti e designer verso il recupero di rifiuti e materiali di scarto. Una necessità che diventa virtù? Oppure una sfida al servizio della creatività? Il fenomeno del riuso creativo è esploso in Europa, e non solo, con effetti sensazionali sul web: siti, blog, e-commerce, eventi che contano un seguito di persone in numeri sempre crescenti. Read More

Arte Presepiale

By | Dicono di me, Press | No Comments

Alberto da questa terra ha saputo cogliere la luce e quell’atmosfera che si respira in questa zona d’Italia. Crescendo sin da piccolo nell’atelier del padre, alcune volte come tutti i bambini disturbandolo mentre lavorava con concentrazione e pazienza alle sue opere, ha di fatto maturato verso tale materia non un’avversità ma una passione, tanto che con grande tenacia ed amore oggi lo affianca in questo affascinante lavoro.
Giuseppe è stato dispensatore di suggerimenti, consigli ed indicazioni che solo un padre sa dare al proprio figlio; i due scultori in alcune occasioni hanno voluto lavorare insieme, modellando a quattro mani la creta in composizioni particolari, come nella Via Crucis installata presso la Chiesa di S.Pietro a Ragusa. Particolarmente suggestiva è la formella in cui Alberto ha rappresentato il momento straziante in cui Cristo viene inchiodato alla croce: l’urlo di dolore emanato dal Cristo sembra uscire e materializzarsi dalla stessa terracotta e penetrare nelle nostre coscienze in modo devastante.
Non si pensi che Alberto sia clone del padre. La tecnica è simile, ma l’interpretazione e la visione complessiva che questo giovane artista ha, è assai diversa. Guardando queste figure si nota un nuovo taglio, la ricerca di una forma che si stacchi e dia una veste nuova alle sue creazioni.

Pier Luigi Bombelli
tratto dalla rivista “IL PRESEPIO” mensile dell’Associazione Italiana Amici del Presepio n.222 del giugno 2010

Golem People

By | Dicono di me, Press | No Comments

(testo di Germana Riccioli)

Il processo creativo di Alberto Criscione trasforma la visione dapprima in disegno e poi in scultura: dalla bidimensionalità del bozzetto l’artista estrae la forma plasmandola, per poi ricercare la sua vera essenza nel colore. La tridimensionalità infine raggiunta dalle sue opere possiede e trasmette un carisma realmente conturbante o per meglio dire, citando il genio della psicoanalisi, esse esercitano un fascino unheimlich, cioè familiare ma allo stesso tempo inquietante, come il ritorno del rimosso, magistralmente teorizzato da Sigmund Freud nel saggio sul Perturbante del 1919.

Read More

Riposo dalla fuga in Egitto

By | Dicono di me, Press | No Comments

Nella scultura “Riposo dalla fuga in Egitto” Alberto trova la sua più alta enunciazione dell’arte affermando, con il massimo della responsabilità, tutta la bellezza e la prudenza espressiva. Vi immette la sua concezione di arte, la sua modernità espressiva, la sua freschezza di linguaggio e il suo desiderio di pace. Ne risulta un’opera di commovente intensità nella quale i chiari scuri della creta giocano un ruolo non certo trascurabile in questo allestimento di poesia.

Anna Malandrino – Ragusa sottosopra