Category

Press

Goodbye Glory Dreams – una critica di Gianmarco Nicoletti

By | Arte, Dicono di me, Press | No Comments

Goodbye Glory Dreams – Alberto Criscione

Il lavoro di Alberto Criscione presenta un’identità ricolma di indizi nascosti tra le piaghe della terra cotta. Si tratta del messaggio di un artista con il suo personale e lungo trascorso ormai ben consolidato, questo si vede chiaramente anche semplicemente osservando la sua opera e soffermandosi a riflettere su di essa.

Nel ricreare la figura di Achille, l’artista segue i principi di un’arte molto particolare il cui uso prende piede intorno alla metà del ventesimo secolo. Si tratta di un espediente artistico già conosciuto: lo scultore si appropria di una immagine strappandola da un vaso archeologico per poi modificarla come avevano già fatto prima di lui artisti come Roy Lichtenstein o Sherrie Levine, dando così una nuova forma e un significato completamente diverso ad un lavoro già esistente. 

Read More

Due artisti e un critico d’arte al MABOS, una residenza dal titolo “Achille e Nigra”

By | Arte, Dicono di me, Press | No Comments

(tratto dal Quotidiano del Sud)

Le residenze SENSE del museo MABOS (Museo d’Arte nel Bosco della Sila) si avviano al secondo appuntamento dal titolo “Achille e Nigra”. Insieme ai due artisti Alberto Criscione e Lucy Mey e al critico Gianmarco Nicoletti è partita la sperimentazione di un percorso innovativo rispetto alla figura del critico d’arte, attraverso una residenza che evidenzia, oltre alla ricerca stilistica degli artisti, il ruolo del critico d’arte nella contemporaneità.

Read More

MYTH RELOADED – in mostra per TЯACK – Sentiero d’arte a Palermo

By | Art, Arte, Dicono di me, Press | No Comments

(testo Michelangelo Pavia, foto Giuseppe Mazzola)

 

Il mito non sta nelle cose in sé, ma nel modo in cui esse vengono comunicate.

 

Erano gli anni ‘50 e Roland Barthes, nel suo saggio “Miti d’oggi”, ci sottoponeva una profonda riflessione sul rapporto tra comunicazione e mito analizzando la società contemporanea e la sua “capacità di trasformare il culturale in naturale”. Attraverso la comunicazione di massa, secondo Barthes, ciò che è stato artificialmente costruito diventa un elemento che appartiene indissolubilmente alla società. Read More

“Kalòs, la Sicilia dell’arte contemporanea” dal 20 maggio al 3 giugno nella Chiesa di San Pietro a Marsala Il vernissage sabato 19 maggio a Palazzo Fici

By | Art, Arte, Dicono di me, Press | No Comments

(tratto da Italia Art Magazine)

Dal Caravaggismo a “Kalòs, la Sicilia dell’arte contemporanea”. Il progetto di valorizzazione dell’arte portato avanti dalle associazioni Lab_04 e Fiera Franca SS. Salvatore prosegue, e non può che farlo in “bellezza”. Il kalòs, il bello, è infatti il tema attorno al quale dialogano le opere della nuova mostra espositiva proposta, “Kalòs, la Sicilia dell’arte contemporanea”, dal 20 maggio al 3 giugno nella Chiesa di San Pietro a Marsala.

“La promozione dell’arte- dichiara Loredana Meo, Presidente dell’Associazione Lab_04- non può prescindere dalla scoperta e dalla valorizzazione del talento degli artisti. Da qui l’iniziativa Kalòs, che ha visto la selezione di ben quarantacinque artisti e di sessanta opere accuratamente valutate da una giuria di esperti”. Read More

Underwater • donne di mare fatte di terra e polvere

By | Art, Arte, Press | No Comments

(testo Andrea Guastella)

Questa non sono io. Nessuna delle mie versioni lo è.
Ognuna di noi è diversa, come diversi sono i momenti in cui mi guardi.
Quando ti specchi sull’acqua, i tuoi tratti si confondono.
Bene, io non sono sull’acqua, sono sotto. Quello che vedi è simile al tuo volto.
In fondo ci conosciamo da sempre. Ogni uomo che nasce viene dall’acqua, non comprende altro che l’acqua.
Perciò piange come un pesce se lo tirano all’asciutto. Read More

Al ritorno dal Dedalo Festival

By | Art, Arte, Press | No Comments

(nella foto, il concerto di domenica 6, su cui svetta maestoso il Dedalo di Salvatore Rizzuti)

Nessuno, meglio di un operatore culturale sa quanto sia difficile oggi vivere d’arte.
In particolare in Sicilia, i comuni investono pochissime risorse nella cultura (solo il 3,4% della ricchezza complessiva siciliana appartiene al settore culturale. dati raccolti nel 2014 da Symbola).
In questa terra ancora esiste il luogo comune secondo cui “di arte non si può vivere” e si preferisce ripiegare verso qualcosa di più concreto, come ad esempio il cibo (oggi spopolano i franchising culinari, i fast food e gli slow food) oppure verso qualcosa che attira un grande numero di pubblico: ho scoperto che ci sono comuni dove i cittadini spendono dai 70.000 ai 100.000 euro in fuochi d’artificio!

Di fronte ad uno scenario tanto sconfortante, la cosa più sensata da fare è mollare l’arte o la Sicilia e dedicarsi ad altro, a qualcosa di più pragmatico magari.
Ci sono invece dei folli, che ancora oggi cercano di “resistiri, crisciri e canciari” come canta Ezio Noto e la sua band Disìu in “Cantu pì tìa”. Read More

Opening “U’Marimotu” to Costantini Art Gallery di Milano

By | Dicono di me, Press | No Comments

La Sicilia storicamente e culturalmente è sempre stata legata al mare e, come spesso accade nelle località costiere, i termini marinareschi vengono usati anche per descrivere avvenimenti e situazioni; in quest’ottica il termine “maremoto” (u’ marimotu in dialetto siciliano) diventa sinonimo di stravolgimento, cambiamento e rivoluzione, aspetti che, ora più che mai, caratterizzano l’attuale situazione sociale siciliana.
L’humus siciliano è sempre stato sinonimo di fermento sociale e culturale, non solo regionale ma indiscutibilmente anche di respiro nazionale, dando – nei secoli – i natali a grandi talenti soprattutto dal punto di vista artistico e letterario.
Luigi Citarrella, Alberto Criscione, Roberto Rinella e Simone Stuto, sono i giovani artisti siciliani che caratterizzeranno questa prima edizione di “u’ marimotu” progetto atto a dar visibilità alle vibranti e contemporanee ricerche artistiche, senza nessun genere di condizionamento tecnico ma semplicemente basato sugli aspetti progettuali e concettuali.
Il sopracitato progetto, presentato lo scorso autunno a Palermo, è nato dalla sinergia della Costantini Art Gallery e della galleria d’arte XXS che ne sono state autrici e fautrici.

Kōmōdia -un progetto polimaterico

By | Arte, Press | No Comments

 

Sono sempre stato attratto dalla plasticità dell’argilla fresca, da quella sua dinamica morbidezza dovuta ai segni del modellato.  Dopo aver “dialogato” a lungo con questo materiale, per ogni artista arriva il momento di lasciare spazio all’essiccazione, in cui, l’argilla da duttile, diventa arida e ha bisogno di riposare fino al tempo della cottura, quando il fuoco la cristallizza traformandola per sempre in terracotta.
Read More

Un Natale Ritrovato

By | Press | No Comments

L’8 dicembre 2016 nella chiesa del SS. Trovato a Ragusa Ibla si è inaugurata la prima collettiva di presepi in memoria del Maestro Giuseppe Criscione.

Dal 2012, la chiesa è sede del presepe monumentale, realizzato dal compianto Maestro, con la collaborazione degli scenografi: Alberto e Paola Criscione (autori anche di alcune figure), Claudio Corallo, Claudio Licitra e Simone Campo.

Per questo evento, la chiesa è stata allestita all’interno, con pannelli che ripercorrono la storia della costruzione del presepe monumentale, la biografia del Maestro Criscione e la storia del SignuruzzuTrovatu. Sono state esposte anche nuove teche con altri presepi del Maestro, prestati per l’occasione da collezionisti ragusani. Alla mostra hanno inoltre partecipato anche gli artisti: Marcello e Maurizio Patrì, Salvatore Incorpora, Rosario Patanè, Guido Gambino e Alberto Criscione. Read More